Roma, 11 giugno- “È importante che agli Stati Generali dell’Economia la Ministra del Lavoro Catalfo voglia portare tematiche centrali sulle quali la Cisl da tempo chiede attenzione e risposte come la detassazione dei rinnovi contrattuali per aumentare il netto in busta paga dei lavoratori dipendenti e il potenziamento degli ammortizzatori sociali”. Lo ha detto Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto Cisl, aprendo un ciclo di seminari sulle politiche attive e del lavoro, organizzato dal sindacato di Via Po e dallo Ial. “La Ministra – ha aggiunto il sindacalista – ha toccato giustamente il tema del rafforzamento del contratto di solidarietà espansivo per realizzare staffette generazionali, che potrebbe venire incontro alle difficoltà di inserimento lavorativo dei giovani, per i quali la situazione è divenuta drammatica dopo il Covid. Ma è necessario discutere e confrontarsi anche sulle altre criticità emerse con forza durante l’emergenza. Vanno cercate nuove modalità per includere nel sistema degli ammortizzatori sociali i dipendenti delle piccole e microimprese, ci sono da rafforzare le tutele della disoccupazione per il lavoro stagionale e autonomo, occorre semplificare e accelerare le procedure per l’autorizzazione e il pagamento dei trattamenti di sostegno al reddito. Bisogna poi sospendere per l’anno in corso i parametri incrementali per la detassazione dei premi di risultato, ristabilire la centralità della contrattazione nell’utilizzo del lavoro agile e dare un forte impulso agli investimenti sulla formazione e le politiche attive per il lavoro. Si tratta di criticità da affrontare con proposte concrete e condivise a un tavolo di confronto , peraltro già richiesto dal sindacato, tra Governo e Parti sociali”, ha concluso Sbarra.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it