Il balletto delle date sembra non avere tregua. Il Ministero del Lavoro con la circolare n. 11 ha chiarito che i termini sono confermati, a pena di decadenza, al 17 luglio. Dunque le domande per le 5 settimane aggiuntive di cassa integrazione in deroga potranno essere fatte entro questa data.

Secondo quanto si apprende da Il Sole 24 Ore in Edicola oggi, in un articolo a firma di Enzo De Fusco, la data di scadenza al 3 luglio resta confermata per coloro che intendono chiedere il pagamento anticipato dell’integrazione salariale del 40% da parte dell’INPS:

“per i datori di lavoro che presentano la domanda con anticipo del 40% a decorrere dal 18 giugno, il termine ordinatorio è fissato entro 15 giorni successivi a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o di riduzione dell’attività. Se il periodo è iniziato prima del 18 giugno, i 15 giorni decorrono da tale ultima data”.

Dunque il termine ultimo per richiedere l’anticipo del 40% è il 3 luglio. Si ricorda inoltre che questa domanda riguarda solo chi ha già completato le prime 9 settimane del DL Cura Italia.