“Per rendere più dignitosa la condizione dei lavoratori con salari sotto la soglia di povertà e per aggredire i fenomeni di dumping salariale, come già menzionato il governo proporrà, compatibilmente con gli obiettivi di finanza pubblica, una graduale introduzione di un salario minimo orario collegato alla contrattazione collettiva nazionale”.

Lo scrive il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in premessa al Piano nazionale di Rilancio (PNR), secondo quanto si legge nella bozza anticipata dall’agenzia Ansa. Il titolare del Tesoro ha poi aggiunto

”Questa iniziativa, che verrà perseguita attraverso il coinvolgimento delle parti sociali e delle istituzioni interessate, mira all’introduzione di un salario minimo orario – già vigente in 22 Paesi europei su 28 – che valorizzi la contrattazione collettiva nazionale fissando una soglia minima di retribuzione oraria inderogabile”.

Fonte: Rainews24