Con il decreto 1054/2020, il Tribunale di Mantova afferma che il c.d. Decreto Rilancio ha previsto un diritto allo svolgimento della prestazione in smart-working che non può essere considerato assoluto, essendo subordinato alla compatibilità delle mansioni ricoperte con il lavoro agile.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it