Nel nuovo decreto che sarà varato ad agosto, dopo l’ok delle Camere ad un ulteriore scostamento di bilancio, ci sarà il prolungamento della cassa integrazione dell’emergenza e della misura straordinaria dei bonus 600 euro per i lavoratori dello spettacolo.

Questo, in estrema sintesi, è quanto anticipato dal Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini durante il confronto odierno con le associazioni delle imprese del settore tra cui ANICA, AGIS, ANEC, APE, e i lavoratori dello spettacolo (filiera del cinema, teatro, eventi dal vivo, ecc.) rappresentati anche da Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, al quale ha preso parte anche la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo.

Il Ministro ha anche aggiunto che per quanto riguarda la proroga della cassa integrazione (oltre le 18 settimane) alle imprese, anche di altri settori, sarà offerta una doppia opzione: ricorrere ancora alla cassa integrazione o riaprire con uno sgravio contributivo, o addirittura fiscale.

Poco fa, a dare notizia dell’incontro, è stata la stessa Ministra Catalfo che in un post su Facebook ha scritto “siamo al lavoro per prevedere subito nuovi interventi da inserire nel prossimo decreto, come la proroga degli ammortizzatori sociali”.