Roma, 30 settembre 2020.  “Lo stallo in cui si trova Alitalia è noto, quindi ci aspettiamo che l’azienda avanzi una richiesta della proroga della cassa integrazione che scadrà tra un mese. Al momento non c’è alternativa”. Lo dichiara Salvatore Pellecchia, segretario generale Fit-Cisl, a 24 ore dalla convocazione fatta ai sindacati dal commissario straordinario Giuseppe Leogrande.Per Pellecchia “tutte le compagnie a livello mondiale stanno ricorrendo a forme di ammortizzatori sociali”. E così farà anche Alitalia. La richiesta di proroga da parte aziendale, ricorda il segretario generale, “dovrebbe essere fino al 31 marzo, “ma potrebbe estendersi anche oltre; dipende molto dai tempi della costituzione della newco”.Non solo cig sul tavolo del confronto. In questa occasione, Fit-Cisl chiederà all’amministratore anche “come intende collocare la compagnia nei prossimi mesi”, anticipa Pellecchia. “Durante il lockdown molte compagnie aeree hanno perso viaggiatori, ma l’incremento dell’e-commerce ha fatto in modo che il traffico merci non si sia mai fermato e molte compagnie si sono riposizionate in quel segmento, intercettando le occasioni che il mercato offre. Chiederemo quindi se Alitalia intenda seguire l’esempio degli altri vettori e focalizzarsi in quel settore”. Inoltre, continua, “chiederemo di rivedere la strategia dei voli a lungo raggio, il cui ridimensionamento è stato uno dei principali errori del passato”.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it