Ritorna, a distanza di un mese, il dibattito sulla riduzione del periodo di quaratena, attualmente fissata a 14 giorni, anche per chi non ha il Covid19 ma rientra tra i cd. contatti.

A registrare un ulteriore punto di vista, in questo caso del Vice-Ministro alla Salute Pierpaolo Sileri, è il quotidiano Il Sole 24 Ore di oggi in edicola. Sileri parla di una riduzione non per coloro che sono positivi, ma

“Si può cominciare da 10 giorni o arrivare anche a sette perché se c’è una cosa che abbiamo imparato in questi mesi è che l’incubazione del Covid dura da 4 a 6 giorni, mentre all’inizio dell’epidemia pensavamo fosse anche più lunga“.

Da questa riduzione, secondo Sileri, andrebbero esclusi coloro che sono positivi.

Dopo la quarantena da 7 o 10 giorni potrebbero dunque essere liberati – prosegue il Vice-Ministro – “alla condizione vincolante che questi contatti abbiano il risultato negativo di un tampone dopo appunto sette o dieci giorni”.