Arrivano le prime dichiarazioni del sindacato dopo le stime fatte circolare dalla Cgil sull’incremento del numero dei disoccupati che si andrebbe a determinare a partire dalla fine del blocco dei licenziamenti. “Fino ad un milione di posti di lavoro sono a rischio”, ha detto Tania Scacchetti Segretaria Confederale Cgil su La Stampa in edicola oggi.

Fa da eco alle parole della Cgil, Ivana Veronese Segretaria Confederale UIL in una nota stampa veicolata poco fa. “È urgente, fino alla fine dell’emergenza, la proroga dell’attuale sistema degli ammortizzatori sociali e della protezione dei posti di lavoro, tramite il blocco dei licenziamenti“, si legge nella nota.

La stessa posizione è espressa dalla Segretaria Generale della Fiom-Cgil Francesca Redavid: “Ci batteremo con tutte le nostre forze se non verrà prorogato lo stop ai licenziamenti”.

Dunque sull’attesa questione dell’imminente stop al blocco dei licenziamenti inizia a prendere posizione anche il sindacato, con delle richieste che evidentemente sono in linea con quanto affermato e sostenuto in questi mesi a partire dai mesi del lockdown.