Lo ha messo a punto la Guardia di Finanza, si chiama prontuario e riguarda l’elencazione delle multe in caso di inosservanza degli obblighi disposti dai recenti Dpcm, del 13 e del 18 ottobre. Per ogni violazioni viene specificata anche l’applicazione della multa, che va da 280 euro e raddoppia a 560 euro in casi di recidiva.

PER I PRIVATI:

  • violazione del divieto di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
  • non avere con sé e non indossare la mascherina;
  • mancato rispetto del distanziamento sociale minimo di un metro, che in caso di sport aumentato a due metri;
  • per violazione del divieto di fare gare di sport “di contatto individuali” e di squadra;
  • per violazione del divieto di svolgimento di manifestazioni pubbliche in forma non statica, feste all’aperto, sagre e fiere;
  • consumo di alimenti o bevande, comprati solo per asporto, nei locali pubblici o nelle immediate vicinanze di questi, dalle 18:00 alle 24:00.

PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI:

  • Violazione del divieto di svolgimento dell’attività di sale giochi, scommesse e bingo al di fuori dell’orario 8.00-21.00;
  • Violazione dell’obbligo di garantire ai clienti ingressi dilazionati, sosta non oltre necessario, rispetto dei protocolli previsti dagli allegati ai Dpcm
  • Violazione dell’obbligo di consumo nei servizi di ristorazione per un numero di persone superiore a 6. Violazione del divieto di consumazione al banco nei bar, pub, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio, ecc. oltre le 18.00;
  • Violazione del divieto di attività nelle sale da ballo e discoteche;
  • Violazione del divieto di svolgimento di feste private civili e religiose con un numero massimo di 30 persone.
  • Violazione dell’obbligo di esporre il codice della fascia oraria, del relativo orario di esercizio e divieto di esercitare la propria attività al di fuori degli orari prescelti di sabato e domenica