Francia, lockdown da venerdì: divieti e ristori per i francesi

MACRON

Lo ha annunciato un discorso televisivo parlando alla nazione il presidente francese Emmanuel Macron (in foto): la Francia torna in lockdown da venerdì “almeno fino al primo dicembre”. E’ questa l’iniziativa del governo francese per arrestare la drammatica scia di contagi nel territorio transalpino: 251 casi positivi ogni 100.000 persone.

“Come in primavera i francesi potranno uscire per lavorare, andare ad appuntamenti medici, a dare assistenza, a fare la spesa o prendere aria. Le riunioni private saranno escluse, gli incontri pubblici vietati” ha sottolineato Macron.

Il presidente ha poi chiarito che “le scuole resteranno aperte con protocolli sanitari rinforzati” e “il lavoro potrà continuare”.

”Le confinement”, come lo chiamano i francesi, prevederà il ritorno al divieto di ogni spostamento se non per lavoro, ragioni sanitarie o per la spesa. E ancora: divieto di spostamento tra regioni, divieto di incontri familiari, divieto di ogni assembramento o manifestazione, anche sindacale, divieto di ogni attività che prevede servizio o rapporti con il pubblico: chiusi i bar, ristoranti e i classici bistrot francesi.

I “ristori” previsti dal Governo Macron sono la cassa integrazione per i lavoratori dipendenti (“chômage partiel”) e per le imprese un indennizzo fino a 10 mila euro. 

Fonte: elysee.fr

LEGGI ANCHE:

Verso la chiusura totale di bar e ristoranti: ecco dove