Dopo la nostra news di ieri che denunciava il rallentamento nell’iter procedurale che porta all’erogazione delle risorse ministeriali al ai Fondi di Solidarietà Alternativi FSBA e Formatemp, arrivano le prime dichiarazioni sindacali con la Segretaria Confederale Uil Ivana Veronese che in un comunicato stampa dichiara:

“Il Ministro dell’Economia ha firmato il Decreto di Assegnazione delle risorse ai Fondi di Solidarietà Alternativi FSBA e Formatemp, che è stato debitamente bollinato e restituito al Ministero del Lavoro. Certamente è un passo in avanti, ma ora occorre accelerare al massimo tutte le procedure e i passaggi burocratici ulteriori affinché i due Fondi possano procedere al pagamento della Cassa integrazione alle lavoratrici ed ai lavoratori”.

“Devono essere protetti più di 400.000 lavoratori dipendenti da 115.374 aziende – continua la Veronese che mette in luce anche i numeri di questo vuoto nei pagamenti:

“FSBA ha fatto anche i conti di quanto necessita per il pagamento: 100 milioni per coprire gennaio, 93 per febbraio, 132 milioni per il mese di marzo, mentre i dati di aprile stanno affluendo in questi giorni. In buona sostanza: quanto, speriamo a giorni, arriverà dai Ministeri (337,5 milioni) servirà giusto a coprire le prestazioni del primo trimestre e poco più. A Formatemp sono state attribuite risorse per 112,5 milioni”.

Dunque per pagare servono 325 milioni di euro, anche se il Fondo ne riceverà di più. E questi saranno utili per erogare gli assegni ordinari di gennaio, febbraio e marzo 2021 nonché eventuali periodi non saldati di competenza del 2020, ma questo ritardo – sottolinea la Segretaria Uil – è esclusivamente dovuto “ai tempi di caricamento dei dati nel sistema da parte dei consulenti del lavoro o dei centri servizi“.

Infine, un messaggio che invoca ‘coerenza’, rivolto direttamente al Ministro del Lavoro Andrea Orlando, che durante gli ultimi incontri Governo-sindacati sulla riforma degli ammortizzatori sociali ha detto di voler proseguire col modello dei Fondi bilaterali alternativi ‘salvando’ FSBA e Formatemp:

“dal momento che questa è la direzione intrapresa – su cui la UIL ha dato il proprio contributo progettuale e di contenuto –  si dia in tempi ravvicinati un chiaro segnale in direzione di quella bilateralità (artigiana e dei somministrati) che in questa situazione pandemica è stata in prima linea: subito l’erogazione delle risorse oggi assegnate, subito l’avvio della nuova procedura di assegnazione, subito ragionare anche delle risorse per le ulteriori 28 settimane di cassa integrazione”.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.