Il Paese si avvia a riaprire, con un preciso piano che allontanerà gli italiani dal brutto incubo del lockdown. Questo è concordato dalla riunione di oggi della cabina di regia presieduta dal premier Mario Draghi, secondo quanto apprende TuttoLavoro24.it da fonti di Palazzo Chigi.

La road map delle riaperture è stata approvata dal Consiglio dei Ministri e “presumibilmente sarà già domani in Gazzetta Ufficiale. A dirlo è il capodelegazione M5S al governo, il Ministro Stefano Patuanelli.

Dunque l’Italia continua a riaprire con queste gradualità.

ZONA BIANCA

Dal 1° giugno arriveranno le prime Regioni in zona bianca – dopo la breve esperienza della Sardegna – che – secondo quanto si apprende – saranno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Dal 7 giugno sarà il turno di Abruzzo, Veneto e Liguria. Nelle regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti). Non c’è coprifuoco.

COPRIFUOCO

Il coprifuoco verrà spostato dalle ore 23:00 a partire da subito, cioè da quando entrerà in vigore il nuovo Decreto legge che il Governo si appresta a varare nelle prossime ore. A partire dal 7 giugno sarà spostato alle 24:00 e dal 21 giugno sarà abrogato totalmente.

BAR, RISTORANTI E LOCALI PUBBLICI

Dal 1° giugno sarà consentito il consumo al tavolo anche al chiuso dalle ore 5 alle 18, da questa ora in poi solo all’esterno. Su questo punto c’è stato un serrato confronto e da fonti di Governo si apprende che l’orientamento finale del Decreto potrebbe essere un altro: i tavoli al chiuso potrebbero essere utilizzati anche oltre le 18 (quindi pranzo e cena) e fino al termine del coprifuoco.

CENTRI COMMERCIALI

Dal 22 maggio dovrebbero riaprire gli esercizi commerciali in mercati e centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive.

PALESTRE, PISCINE, CENTRI TERMALI

La riapertura è prevista dal 1° giugno per le palestre e dal 1° luglio per i centri termali. L’apertura delle palestre potrebbe essere anticipata al 24 maggio.

SPORT E PUBBLICO

La presenza di pubblico alle competizioni sportive è autorizzata per tutti gli eventi dal 1° giugno all’aperto e dal 1° luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale.

IMPIANTI DI RISALITA

Riapertura degli impianti di risalita è prevista dal 22 maggio alle condizioni indicate dalle linee guida di settore.

ATTIVITA’ DI GIOCO LEGALE

Attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò riaperti dal 1° luglio.

PARCHI A TEMA E DI DIVERTIMENTO

Riapertura dal 15 giugno.


CENTRI CULTURALI E SOCIALI

Per le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi la riapertura di tutte le attività è prevista dal 1° luglio.

SALE DA BALLO, DISCOTECHE

Per le attività in sale da ballo, discoteche e simili, sia all’aperto che al chiuso non c’è riapertura, restano sospese.

FESTE

Le feste, comprese quelle che si svolgono dopo le cerimonie civili e religiose potranno essere realizzate dal  15 giugno, anche al chiuso. Agli ospiti sarà richiesto il pass.

CORSI DI FORMAZIONE

I corsi di formazione sia pubblici che privati possono ripartire in presenza dal 1° luglio.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.