Nella serata di lunedì 17 maggio si è riunito il Consiglio dei Ministri che ha approvato un nuovo decreto-legge in materia di contenimento della pandemia covid19 allentando le misure introdotte fino ad oggi. Nella giornata di ieri, martedì 18 maggio, tale decreto-legge è stato firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, consentendo di fatto alle norme di entrare in vigore già da oggi.

Tutte le novità introdotte dal decreto sono anticipate da un comunicato stampa del Consiglio dei Ministri.

Spicca soprattutto il tema coprifuoco, sul comunicato infatti si legge che “il divieto di spostamenti dovuti a motivi diversi da quelli di lavoro, necessità o salute, attualmente previsto dalle ore 22.00 alle 5.00, sarà ridotto di un’ora dalle 23.00 alle 5.00″.

Il coprifuoco andrà poi via via a scomparire:

  • a partire dal 21 Giugno 2021, sarà valido dalle ore 24.00 alle 5.00.
  • dal 21 giugno 2021 sarà completamente abolito

Un’altra grande novità riguarda bar e ristoranti, su cui il comunicato stampa si legge che “dal 1° giugno sarà possibile consumare cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18.00, fino all’orario di chiusura previsto dalle norme sugli spostamenti”. Quindi si torna a pranzi e cene ai tavoli al chiuso.

Inoltre, non solo verrà anticipata al 24 maggio la riapertura di palestre, prevista inizialmente per il 1° giugno, ma dal 22 maggio tutti gli esercizi presenti nei centri commerciali verranno riaperti anche nei giorni festivi e prefestivi, vale a dire nei weekend. Sempre dal 22 maggio ci sarà il via libera alla riapertura degli impianti di risalita in montagna.

Piscine al chiuso, centri natatori e centri benessere invece dovranno aspettare il 1° luglio.

Buone notizie anche per le sale giochi e le sale bingo, che riapriranno al pubblico dal 1° luglio.

I parchi tematici e di divertimento potranno riaprire al pubblico dal 15 giugno, anziché dal 1° luglio.

Tutte le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi saranno di nuovo possibili dal 1° luglio. Sempre dal 1° luglio sarà consentito anche lo svolgimento dei corsi di formazione pubblici e privati in presenza.

Infine, la svolta arriva anche per il settore dei matrimoni. Via libera a festeggiamenti e banchetti dal 15 giugno, a patto che gli invitati siano in grado di esibire la certificazione verde.

Tutte buone notizie per gli italiani, che dopo mesi di chiusure e sacrifici possono sperare in un progressivo ritorno alla normalità, possibile anche grazie alla campagna vaccinale che continua a pieno ritmo e che ha portato alla vaccinazione di quasi 30 milioni di italiani.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.