Si è tenuto questa mattina un incontro tra Cgil, Cisl e Uil e la Ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti sull’assegno unico universale per i figli.

I segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil Rossana Dettori, Andrea Cuccello e Domenico Proietti dichiarano in una nota unitaria che “Cgil, Cisl e Uil valutano positivamente la volontà della ministra di avviare un confronto con le organizzazioni sindacali, in sede tecnica e politica, sia sulla misura temporanea che su quella definitiva, che sarà caratterizzata dall’universalità della platea di beneficiari e dalla salvaguardia dei diritti acquisiti”.

Le tre organizzazioni sindacali “hanno sottolineato la necessità di affrontare alcuni temi per evitare discriminazioni e diseguaglianze che potrebbero insorgere in attuazione della misura. Occorre – si legge nella nota – definire con precisione l’universalità e la progressività, prevenire i rischi legati a misure transitorie, garantire la salvaguardia dei diritti in essere e l’accesso anche per i cittadini stranieri, così come la compatibilità con il reddito di cittadinanza”.

“La ministra – aggiungono i dirigenti sindacali – ha condiviso la necessità che la nuova misura sia coerente con la riforma fiscale che il Governo ha intenzione di varare nei prossimi mesi, e – concludono Cgil, Cisl, Uil – dovrà essere supportata da una forte azione di contrasto all’evasione, per evitare ulteriori ingiustizie”.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it