Le ultime dichiarazioni di Mario Draghi sulle politiche economiche e sociali che ha intenzione di mettere in atto il Governo italiano arrivano dalla Cornovaglia, in Gran Bretagna, durante il meeting del G7 tenutosi ieri.

Il Presidente del Consiglio italiano parlando delle prospettive di crescita della nostra economia nel post-pandemia ha fatto importanti anticipazioni su come intende muoversi il suo Governo nei prossimi mesi.

Ecco quanto riporta il quotidiano La Stampa in edicola oggi a proposito delle dichiarazioni di Draghi:

“Il rimbalzo del Pil dopo un anno e mezzo di soffocamento dovuto al Covid19, pone due grandi sfide: assecondare la crescita per rafforzarla ma senza dimenticare la protezione dei lavoratori in un momento che registra transizioni anche drammatiche dell’economia. ‘Questo è un buon periodo per l’economia globale. La ripresa ha avuto un forte picco e le politiche attuate durante la fase più acuta della pandemia si sono mostrate corrette’. Draghi difende le scelte compiute in emergenza, spiegando però che ora vanno articolate su nuovi scenari: ‘ci siamo concentrati su misure di sostegno rivolte alle imprese e alle persone. Ora ci stiamo sempre più orientando sulla spesa per gli investimenti e meno sulle forme di sussidio’. Per il premier italiano il paradigma è cambiato rispetto al passato, e ‘questa crisi va gestita in maniera differente rispetto alle precedenti’ quando ‘ nei nostri Paesi ci siamo dimenticati della coesione sociale’. Definisce un ‘dovere morale’ agire diversamente, concentrandosi sulle politiche attive del lavoro, sui giovani e sulle donne”.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.