Nelle scorse settimane le procedure relative all’autorizzazione dei pagamenti della Cassa integrazione Covid erano state sospese dall’Inps per mancanza di fondi. Il problema è stato poi risolto dal Governo con un provvedimento che autorizza Inps a reperire le risorse dai ‘resti’ relativi ai trattamenti autorizzati alla imprese nei mesi scorsi ma da queste non fruite.

Stanziati i nuovi fondi proseguirà anche l’iter Inps che porta ai pagamenti. Nei prossimi giorni infatti il sistema automatizzato per le autorizzazioni valuterà tutte le domande con causale “Covid-19”, escluse quelle relative a “Sospensione CIGS ”, che necessitano di essere verificate direttamente dalla sede INPS locale. Una verifica di controllo che consta di cinque fasi della gestione delle domande Cig Covid-19, ovvero:

  • caricamento domande telematiche su Sistema Unico e domande da Sistema Unico nella procedura “Nuova istruttoria CIGO”;
  • esecuzione controlli di preistruttoria e controlli di istruttoria;
  • definizione delle domande validate.

La nuova procedura automatizzata Inps consente una più efficace istruttoria delle domande di autorizzazione presentate dalle aziende e conseguentemente tempi più rapidi nei pagamenti della prestazione ai lavoratori. Al contempo, gli interventi procedurali puntano a limitare i rischi di errore, perché i requisiti saranno verificati con riscontri automatici rispetto alle informazioni presenti nelle banche dati dell’Istituto e richiameranno l’intervento degli operatori solo se effettivamente necessario per risolvere particolari criticità.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.