Si è svolto questa mattina in video-call l’incontro tra Governo, azienda e parti sociali sul futuro della JSW di Piombino. Per il Segretario nazionale Fim Valerio D’Alo’ e Paolo Cappelli della Fim Cisl di Piombino:  “ancora pochi i passi in avanti sulla vertenza nonostante gli annunci di composizione a breve della nuova società con ingresso di Invitalia. 

A cui si aggiunge la preoccupazione per il Piano industriale, che nonostante fosse stato annunciato, ancora manca il piano industriale dettagliato sul futuro dello stabilimento toscano.

Il nodo fondamentale del forno elettrico non è stato ancora sciolto,  per cui ancora troppe le nubi sul futuro dell’acciaieria. Anche la breve proroga delle concessioni portuali dimostra la mancanza di un piano industriale logistico che sarebbe necessario. Serve un cambio di passo concreto e che ognuno faccia la sua parte. Accelerare i tempi della vertenza e mettere in campo le risorse necessarie per ridare una prospettiva di lavoro e futuro ai lavoratori JSW e al territorio. 

Il Viceministro Todde nelle sue conclusioni ha rimarcato la necessità di un timing su tutte le operazioni e sullo sviluppo del piano industriale. Dopo l’incontro che si terrà domani tra Invitalia e azienda,  la Viceministro si è impegnata ad aggiornare la riunione agli inizi della prossima settimana.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it