Per i dipendenti dalle aziende esercenti l’industria della carta, della cellulosa, pasta legno, fibra vulcanizzata e presfibra e per le aziende cartotecniche e trasformatrici della carta e del cartone, Assocarta e Assografici con Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e Ugl-carta e stampa, in data 28 luglio 2021 hanno siglato l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL. Fra le principali novità, la rideterminazione dei minimi tabellari, l’istituzione della nuova voce retributiva “Elemento di modernizzazione contrattuale”, il riconoscimento dell’una tantum e dell’indennità di ruolo, il contributo aggiuntivo a carico dei datori di lavoro da corrispondere al fondo di previdenza integrativa. L’accordo, che decorre dal 1° gennaio 2022 (parte economica) e dalla ratifica (parte normativa) e scadrà il 31 dicembre 2024, sarà sottoposto al giudizio dei lavoratori entro il 30 ottobre 2021 e sarà applicabile all’atto della firma definitiva.

Continua a leggere qui

Fonte: ipsoa.it