Si sta lavorando per la realizzazione a Napoli di un “Hub Nazionale della Mobilità sostenibile”. E’ quanto affermato ieri durante l’incontro tecnico tenuto in modalità remota dal Vice Ministro alla Sviluppo Economico Alessandra Todde con le parti sindacali e la presenza di Invitalia.

Valutiamo positivamente l’idea di utilizzare parte delle risorse del PNRR riferite alla transizione ecologica e alla mobilità sostenibile per finanziare ricerca e sviluppo di produzioni legate a questi ambiti.

Una buona premessa, che si caratterizza per connotati innovativi e per le ricadute di medio e lungo periodo.  Abbiamo chiesto però alla Vice Ministro un incontro a breve periodo per capire anche la sostanza di questo progetto e i tempi. Il fattore tempo per trovare serie soluzioni occupazionali ai 340 dipendenti di via Argine è prioritario. Attendiamo una convocazione entro il 25 agosto, per anticipare l’incontro tra azienda e Rsu già programmato il 26 agosto nel rispetto della procedura di licenziamento aperta dalla Whirlpool, dove poter portare un progetto concreto occupazionale. Condizione che deve far rivedere la posizione di Whirlpool sull’accesso alle 13 settimane di cassa integrazione. Se necessario ci dovrà essere un intervento del Primo Ministro Draghi sul management di Whirlpool.  Sospendere la procedura di licenziamento, con l’utilizzo della cassa integrazione è funzionale per avere più tempo per valutare le ipotesi di lavoro e occupazione che il MiSE  potrà mettere in campo

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it