A quasi due anni di distanza dalla scadenza, nel pomeriggio di oggi le Organizzazioni sindacali hanno presentato a Federcasse la piattaforma per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro per i Quadri Direttivi e per il Personale delle Aree Professionali delle Banche di Credito Cooperativo.
“Con la presentazione della piattaforma – commenta Pier Paolo Merlini, segretario nazionale First Cisl con delega al Credito Cooperativo – ci siamo assunti la responsabilità di aprire una nuova strada che guardi al futuro verso un nuovo modo di fare banca. Questo sarà il primo vero contratto post-riforma, da costruire in continuità con i precedenti accordi in tema di assetti contrattuali che ci hanno lungamente impegnato nei mesi scorsi. Il nostro obiettivo è ribadire le peculiarità del cooperativismo, che trae le sue origini dalla mutualità, dalla vicinanza alle persone e al territorio; prerogative di un settore che non deve omologarsi al resto del sistema bancario. Il contesto necessita di un momento di forte dibattito, scevro da posizioni precostituite, in grado di sviluppare concetti innovativi quali la partecipazione ovvero un salto culturale in cui, nel rispetto dei ruoli, sindacati e aziende non siano semplici controparti bensì soggetti di un unico mondo che responsabilmente si confrontano in un’ottica di bene comune. Principi che ci vedranno impegnati in una contrattazione che dovrà definire e riconoscere l’impegno e i sacrifici che tutti i lavoratori del Credito Cooperativo hanno dimostrato anche in tempi particolarmente difficili come quelli di questi ultimi due anni”.
Il prossimo incontro è stato programmato per giovedì 4 novembre.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it