Oggi, in occasione della “Giornata Mondiale della Vista”, la Cisl Pensionati ha incontrato le associazioni di Cittadinanzattiva, Fand, Comitato Macula e Goal per ascoltare, conoscersi, confrontarsi e per promuovere eventuali iniziative comuni nel campo di educazione e promozione alla salute, finalizzate a diffondere la prevenzione primaria e secondaria tra i cittadini, in particolare tra la popolazione anziana dei pensionati.
Educazione e promozione alla Salute possono contribuire a diffondere atteggiamenti e stili di vita salutari a tutela della propria salute e prevenire, il più possibile, patologie croniche inevitabili con l’invecchiamento. Le malattie croniche affliggono circa 24 milioni di persone in Italia. Queste condizioni hanno un impatto importante sulla qualità e sull’attesa di vita della popolazione. Tali malattie interessano tutte le fasi della vita, anche se i segmenti di popolazione più frequentemente colpiti sono gli anziani (soffre di malattie croniche oltre l’85% degli ultra 75enni) e le donne, in particolare dopo i 55 anni.

È importante quindi migliorare le conoscenze sui meccanismi e fattori di rischio modificabili che portano allo sviluppo di malattie croniche, così come sulle possibili strategie e programmi per la prevenzione e trattamento di queste condizioni al fine di garantire un invecchiamento, il più possibile, in salute della popolazione, in particolare al recupero e mantenimento della funzione motoria, fisica e sensoriale dell’anziano.
In questo contesto, assume notevole rilevanza la necessità di fornire alla popolazione una corretta informazione sulle patologie oculari che inducono disabilità e cecità. In particolare, i dati confermano che le maculopatie interessano una parte rilevante della popolazione, compresi anche gli individui affetti da diabete mellito. La stima nazionale dei pazienti maculopatici (soprattutto anziani) ammonta a circa 2 milioni, e si prevedono circa 200.000 nuovi casi all’anno. Probabilmente i dati sono sottostimati ed in ogni caso sono destinati ad aumentare sia per l’invecchiamento della popolazione e sia per l’incremento della malattia diabetica. E, quindi, auspicabile avviare campagne di prevenzione e screening che permettano ai cittadini di riconoscere le manifestazioni iniziali delle affezioni oftalmologiche, in maniera da poter facilitare una pronta diagnosi e terapia da parte dei medici oculisti.

L’innovazione tecnologica in tutte le sue espressioni ,in campo farmaceutico, biotecnologico e digitale può essere di grande aiuto se utilizzata con buon senso e capacità di programmazione. L’intento della Fnp Cisl e delle Associazioni, oggi riunite, è quello di mettere in comune buone idee, buone pratiche e buone esperienze per sollecitare le Istituzioni ad investire risorse economiche in ricerca, educazione e prevenzione alla salute. E, vista la concomitanza della “Giornata Mondiale della Vista” a migliorare la qualità di vita delle persone affette da patologie oculari potenzialmente invalidanti.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it