Sarà prorogato il Reddito di emergenza fino a dicembre 2021? Il Governo finanzierà nuove risorse per il Rem anche per le mensilità di ottobre, novembre, dicembre? In molti sono i cittadini, lavoratori, disoccupati, che si stanno ponendo questa domanda nei giorni in cui si attende, di fatto, solo l’ultima rata di Rem (di settembre, salvo arretrati) che sarà presumibilmente pagata dopo il 10 novembre.

Al momento non è possibile dare una risposta definitiva, neppure il Governo l’ha data quando nel documento di Bilancio ha scritto che è pronto ad emanare decreti per introdurre nuovi aiuti: clicca qui.

Però quello che possiamo fare è capire se dai conti Inps relativamente alle risorse appostate dal Governo per il Rem, risultano dei residui che possono far immaginare una proroga del sussidio emergenziale più diffuso.

Inps ha divulgato i dati del ‘tiraggio’ del reddito di emergenza e quello che viene fuori è la sua ampissima diffusione. Per le 3 mensilità di Rem di marzo, aprile, maggio 2021 Inps ha erogato un totale di 951.683.180 euro su 1.520,1 milioni di euro stanziati dal Decreto Sostegni per l’anno 2021.

Per le mensilità di giugno, luglio, agosto Inps ha ‘speso’ 867.860.780 euro. I dati di settembre non sono ancora pervenuti (non è stato ancora erogato) ma si ipotizza che le risorse che saranno trasferite alle famiglie sono le stesse di agosto (285.389.160 euro) significa che l’Istituto potrà dire di aver speso per le 4 mensilità una cifra pari a 1.153.249.940 euro. Un cifra che supera lo stanziamento del Decreto Sostegni bis pari a 884,4 milioni di euro per l’anno 2021 rispetto al quale ‘soccorrono’ le risorse stanziate dal Decreto Sostegni 1 più eventuali residui.

Nel complesso il Rem nel 2021 è pesato sul Bilancio pubblico per 2.104.933.120 euro a fronte di uno stanziamento complessivo di 2.404.500.000 euro. Residuano 299.5666.800 euro: importo certamente insufficiente per garantire una proroga di ulteriori tre mensilità, basterebbe solo per coprirne una (una ipotetica rata di ottobre).

Dunque il Governo, qualora volesse prorogare la misura per altre tre mensilità ottobre, novembre e dicembre, dovrebbe stanziare altri 600 milioni di euro circa: un cifra importante, ma non impossibile da trovare nelle verifiche e nei conti che saranno fatti nelle prossime settimane e comunque prima che la legge di Bilancio venga lanciata verso l’approvazione finale.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.