Dubbi ormai non ce ne sono. L’Assegno unico e universale atteso da mesi non partirà il 1° gennaio 2022 ma dal 1° marzo 2022. La notizia l’ha lanciata ieri il quotidiano Avvenire e la conferma Il Sole 24 Ore in edicola oggi che parla di un decreto legislativo in dirittura di arrivo. Si parla della settimana prossima.

Il decreto conterrà un vero e proprio calendario per garantire la partenza migliore per una misura che rivoluzionerà il sistema di sostegni sui carichi familiari dei lavoratori e disoccupati: con l’abolizione di vari bonus, detrazioni fiscali e Anf per i lavoratori dipendenti per consentirgli il passaggio al nuovo Assegno unico (ne abbiamo parlato giorni fa in questo articolo).

Il calendario prevederà che dal 1° gennaio 2022 sarà possibile per tutti, proprio tutti, fare domanda dopo però aver prodotto il nuovo modello ISEE: molto importante perchè su di questo sarà misurato l’importo.

Dopodichè le erogazioni dell’Assegno partiranno dal 1° marzo 2022.

”le cifre previste per le famiglie sono quelle anticipate sul Sole 24 Ore del 10 ottobre, e prevedono una scala da 50 a 180 euro per ogni figlio articolata in base all’Isee famigliare. Dal terzo figlio in poi si applicherà una maggiorazione per portare l’assegno mensile a 250-60 euro al mese. Trattamenti integrativi saranno previsti per situazioni specifiche come i figli disabili o per le giovani madri”.

Dunque secondo ‘Il Sole’ gli importi andranno da un massimo di 180 euro ad un minimo di 50 euro per ogni figlio. Tuttavia l’aspetto di maggior interesse è che l’importo di 180 euro andrà a circa la metà delle famiglie italiane. Questo perchè l’importo massimo andrà a coloro che hanno un ISEE inferiore a 15 mila euro e secondo quanto anticipa l’ISTAT la metà delle famiglie italiane ha proprio un ISEE sotto i 15 mila euro.

Ci sarà inoltre una maggiorazione se entrambi i genitori lavorano, una premialità, un incentivo alle madri ad optare per il lavoro voluto dalla ministra della Famiglia Elena Bonetti.

E’ molto importante sapere che l’Assegno unico e universale andrà a tutte le famiglie con figli che hanno fino a 21 anni di età. Dunque 3 anni in più dell’attuale di quello che copre l’Assegno temporaneo che sarà erogato fino a febbraio 2022:

  • agli attuali percettori;
  • coloro che fanno domanda entro il 31 dicembre 2021 (per approfondire clicca qui).

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].