Dopo tante attese arriva anche per i percettori del Reddito o Pensione di cittadinanza l’auspicata notizia della ricarica della rata di maggio 2022.

Ma chi sono le famiglie che possono aspettarsi la ricarica in questi giorni? Stiamo a metà mese e prima della data canonica del 15, si sa, a ricevere la ricarica sono tre tipologie di persone:

  • chi attende la prima mensilità dopo aver avuto l’esito positivo alla domanda;
  • dopo aver fatto domanda il rinnovo chi attende la prima mensilità (per chi ha rinnovato per altri 18 mesi);
  • i percettori che aspettano la mensilità arretrate a causa di blocchi o rallentamento Inps.

Novità attesa di questa tornata di accrediti è il ritorno alla normalità dei pagamenti per quei percettori che nel mese di aprile non hanno ricevuto la ricarica, né hanno potuto beneficiare della ricarica straordinaria di inizio maggio. Non va dimenticato che per queste famiglie ci sono forti rischi di tagli da parte di Inps per le ragioni che abbiamo visto in questo articolo.

Come ci segnalano diversi lettori e si può verificare dalle foto che seguono l’avvio della lavorazione e non sono mancati i controlli da parte di Inps sui requisiti. Le lavorazioni risalgono a ieri 11 maggio:

Le due lavorazioni che ci hanno segnalato i lettori hanno portato ad un esito negativo per 2 ragioni differenti: la prima perchè il lavoratore ha superato la soglia ISEE, la seconda perchè non è stato rispettato il requisito della cittadinanza italiana e la sua durata.

Ovviamente l’Esito negativo non riguarda tutti. Molti infatti hanno avuto esito positivo e conferma. Per questi altri percettori è anche visibile la data di “Invio disposizione a Poste” per il 13 maggio:

Accredito più che puntuale, dunque, anzi anticipato da parte dell’ente previdenziale che dovrà poi avere seguito da parte di Poste Italiane. I pagamenti infatti arrivano dopo due giorni solo se l’Istituto postale compie il suo dovere fino in fondo con puntualità. Detto ciò la ricarica sarà disponibile già dopo le ore 14/15:00 di venerdì 13 maggio.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].