Ricarica Reddito di Cittadinanza maggio 2022, quando partono le lavorazioni?

Rdc reddito

In settimana Inps dovrebbe pagare il Reddito di Cittadinanza a tutti coloro che aspettano una mensilità diversa dalla prima. Sappiamo infatti che sono due le date indicative per la ricarica di RdC e quella di fine mese, fissata appunto il 27 di ogni mese, è quella che interessa una platea maggiore di percettori dato che riguarda tutti gli habitué della prestazione.

RdC maggio 2022, quando partono le lavorazioni?

Le lavorazioni per la ricarica di fine mese partono solitamente circa 2 giorni prima dell’effettiva erogazione, quindi verso il 25.

Tuttavia, come TuttoLavoro24.it precisa sempre, anche quando i giorni di erogazione sono “prefissati” (come nel caso di RdC), Inps potrebbe non pagare tutti lo stesso giorno. Il pagamento infatti può essere anticipato o posticipato al verificarsi di determinate condizioni. Una di queste è rappresentata dalle festività, occasioni in cui Inps non eroga. La prima ricarica di maggio ne è stata un perfetto esempio: il 15 è caduto di domenica, pertanto Inps ha deciso di anticipare le lavorazioni a mercoledì 11 e il pagamento effettivo a venerdì 13. Condizione che si verificò anche per la seconda ricarica di aprile, in quanto il 25 aprile si festeggia la Liberazione e quindi sul calendario è segnato di rosso.

RdC maggio 2022, quando arriva?

A maggio non si dovrebbe incappare in nessun ritardo o anticipo particolare, o almeno non per via di qualche ricorrenza. Nel caso in cui questo mese si verificassero dei ritardi, infatti, questi sarebbero da imputare solo a Inps o a Poste Italiane.

Pertanto, alla luce di quanto detto, se Inps decidesse di erogare la seconda ricarica di RdC con puntualità, le lavorazioni dovrebbero partire mercoledì 25 maggio, quindi già nelle prossime ore. Se così fosse, la data di “Invio disposizione a Poste” sarebbe fissata, appunto, per venerdì 27 maggio. Tuttavia, solo Inps potrà darne la conferma o la smentita ufficiale.

Data attesa con ansia soprattutto da quei percettori di RdC ai quali spetta anche il pagamento dell’Assegno Unico: stando alle ultime dichiarazioni di Inps, infatti, questi ultimi dovrebbero ricevere il pagamento della prestazione per i figli a carico non appena ricevuta la ricarica del Reddito di Cittadinanza. TuttoLavoro24.it ne aveva parlato qui.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].