Si è sbloccato il pagamento dell’Assegno Unico Universale di competenza di giugno. Chi ne aveva presentato domanda ha già iniziato a ricevere i primi esiti e le date di accredito (precisamente ecco quando).

Chi percepisce il Reddito di Cittadinanza ed è tenuto a presentare il modulo Rdc-Com/AU dovrà invece attendere un mese, mentre chi non è tenuto alla compilazione dovrebbe ricevere il pagamento dopo la ricarica del sussidio. Pagamento che molto probabilmente slitterà a luglio, infine, per chi ha fatto domanda per l’Assegno Unico nel mese di sospensione di RdC.

Eppure, nonostante la vasta gamma di situazioni appena elencate, c’è anche chi non rientra in nessuna di queste. Stiamo parlando di chi ancora non ha ricevuto l’esito della domanda presentata mesi fa (in alcuni casi, anche a gennaio). Sono più di una le lamentele che imperversano sui social proprio riguardo il mancato esito della richiesta di Assegno Unico. Ecco come ha risposto Inps tramite il suo account ufficiale a uno dei percettori che si chiede come mai ancora sia comparso l’esito:

In pratica, al momento risposte certe non sembrano esserci, ma a breve Inps provvederà a fornire delle indicazioni specifiche riguardo le anomalie che impediscono a Inps di esitare le domande. Come risaputo, le lavorazioni e i pagamenti possono variare di caso in caso, a seconda della situazione dei singoli percettori: è per questo che Inps non segue fedelmente un calendario e che alcune pratiche richiedono più tempo di altre.

In ogni caso, stando a quanto scritto dall’Istituto, le motivazioni con le relative indicazioni su come muoversi dovrebbero arrivare ai percettori interessati già nei prossimi giorni, sia tramite sms o mail sia sul Fascicolo Previdenziale del Cittadino. L’invito è, pertanto, quello di monitorare costantemente la propria posta e il proprio portale così da sapere cosa fare non appena Inps ne darà istruzioni.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].