Entrano nel vivo gli adempimenti connessi al Bonus di 200 euro previsto dal Decreto Aiuti. E diversamente non potrebbe essere, visto che la sua erogazione per i lavoratori dipendenti è prevista a luglio prossimo.

Ma sono ancora tanti i nodi da sciogliere e numerose le criticità. Una di queste riguarda l’applicazione del requisito dell’esonero contributivo dello 0,80% per i lavoratori dipendenti, sul quale è necessario fare ulteriore chiarezza.

Non solo su chi siano i reali destinatari (occorre che il dipendente abbia effettivamente beneficiato dello sgravio contributivo o basta averne diritto?), interpretazione che soffre ancora di troppi interrogativi. Ma non c’è chiarezza nemmeno riguardo le tempistiche per la consegna della dichiarazione al datore di lavoro. È Il Sole 24 Ore, nell’edizione odierna, a sollevare la questione:

“Si evidenzia che non è previsto un termine per la consegna della dichiarazione al datore di lavoro: le aziende stanno individuando autonomamente una scadenza. Occorre chiarire cosa accadrà se un lavoratore consegnerà la dichiarazione all’Ufficio del personale oltre la chiusura degli stipendi di luglio o addirittura dopo l’inoltro dell’UniEmens di luglio. Al momento, non sembra offerta al datore la possibilità di erogare nei mesi successivi.”

Facile immaginare cosa potrebbe succede se ogni azienda decidesse di agire per conto proprio, applicando una scadenza a proprio piacimento. Strada che, tuttavia, per adesso pare l’unica da percorrere, vista la mancanza di disposizioni ufficiali. In pratica, l’unica conclusione che si può trarre, almeno per ora, è che la dichiarazione vada presentata in tempo utile per poter elaborare la busta paga. Stabilire quale sia questo tempo utile spetterà all’azienda, almeno fino a nuove comunicazioni ufficiali.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].