Si accelera sui rimborsi”, è quanto scrive l’Agenzia delle Entrate in un comunicato stampa divulgato ieri a proposito del prossimo accredito dei rimborsi Irpef ai contribuenti che hanno inviato la dichiarazione dei redditi.

Come noto il mese di riferimento per i lavoratori dipendenti è la busta paga di luglio di ogni anno. E così anche per il 2022 coloro che hanno fatto il modello 730 in tempo utile attendono, se hanno un importo “a credito”, il rimborso.

Rimborso Irpef che quest’anno si andrà a sommare al Bonus 200 euro atteso da milioni di lavoratori dipendenti proprio a luglio 2022 (per scaricare il Modulo di Auto-Dichiarazione necessario per averlo clicca qui).

Dunque per evitare ritardi e altro genere di intoppi, l’Agenzia delle Entrate ha emenato delle indicazioni per gli uffici territoriali, in particolare chiede di ”trattare tempestivamente le richieste di rimborsi” ma anche i ”contributi a fondo perduto” così da “immettere liquidità nel tessuto economico e contribuire allo sviluppo dell’economia del Paese”.

Un obiettivo economico e l’altro politico, è il ‘nuovo corso’ dell’Agenzia elle Entrate che in una fase attraversata dal rialzo dei prezzi che mettono a dura prova le famiglie e imprese, parla di “obiettivo strategico”.

Dunque ”particolare attenzione sarà prestata alla lavorazione dei rimborsi richiesti con la presentazione del modello 730”. Nessun anticipo, l’obiettivo è la puntualità.

“Quanto alle modalità operative – conclude la nota – la lavorazione dei rimborsi dovrà essere eseguita quanto più possibile con soluzioni volte a limitare gli spostamenti fisici da parte dei contribuenti o dei loro rappresentanti, utilizzando non solo la posta elettronica, posta certificata o raccomandata, ma soprattutto i canali di colloquio disponibili tramite i servizi telematici”.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].