HomeEvidenzaAssegno di Solidarietà a 300 euro, ecco come Meloni cambierà il RdC...

Assegno di Solidarietà a 300 euro, ecco come Meloni cambierà il RdC dopo le Elezioni

Reddito di Cittadinanza cancellato dopo le elezioni del 25 settembre? Il Centro-Destra andrà al Governo dopo l’esperienza Draghi?

Stiamo nell’ultima settimana della campagna elettorale, quella in cui non circolano gli esiti dei sondaggi per non “condizionare” il voto degli italiani, però se guardiamo alle ultime proiezioni Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, con tutto il Centro-Destra, Lega e Forza Italia, sono saldamente al comando nelle intenzioni di voto degli italiani.

In campagna elettorale il partito “più a destra” tra i 3, cioè Fratelli d’Italia, che con ogni probabilità risulterà essere il più votato esprimendo come Premier Giorgia Meloni, ha annunciato in tutte le piazze di voler fare tabula rasa del Reddito “grillino”.

Nuovo Governo 2022: che fine fa il Reddito di Cittadinanza?

Il taglio alle risorse già stanziate per i prossimi anni al Reddito di cittadinanza, è un’operazione in grado di portare ad un ingente risparmio alla Spesa sociale del Bilancio statale. Di risorse che sarebbero destinate agli investimenti e quindi al lavoro, in nome del principio: “basta sussidi, agli italiani offriamo un lavoro”.

Dal programma di Giorgia Meloni però si scorge una certa attenzione verso i temi sociali: il “reddito”, quindi, non è proprio da cancellare, ma da modificare. A partire dal nome.

Assegno di Solidarietà Meloni 2022: cos’è e come cambia il Reddito di Cittadinanza

Nel programma elettorale di FdI il sussidio per chi è in condizioni di povertà ha un altro nome e un altro impianto. Si chiama Assegno di Solidarietà e andrebbe a beneficio di chi nel mese antecedente la richiesta è privo di qualsiasi forma di reddito. Inoltre, i destinatari devono avere:

  • come valore immobiliare solo la prima casa;
  • valori mobiliari familiari non superiori ai 10 mila euro.

Tra i requisiti delle proposta di centro-destra non figura l’indicatore ISEE.

Come per il Reddito di Cittadinanza, anche l’Assegno di Solidarietà andrebbe non al singolo ma all’intero nucleo familiare. Con importi che partono da una base di 300 euro, a cui andrebbero sommati 250 euro per ogni componente oltre il primo.

Il sussidio riformato avrà un importo massimo pari a 750 euro. Le famiglie numerose, dunque, sarebbero le prime ad essere penalizzate dalla cancellazione del Reddito di Cittadinanza, che invece – come noto – non prevede un massimale.

L’importo massimo a cui si può arrivare in 1 anno è quindi di 9.000 euro: 750 euro per 12 mensilità, al termine delle quali l’assegno di solidarietà non potrà essere rinnovato.

Assegno di Solidarietà Meloni 2022: quando arriva?

Il provvedimento in cui il nuovo Governo lancerà il primo segnale di stop al sussidio illimitato sarà sicuramente la Legge di Bilancio che sarà approvata entro la fine dell’anno.

Entro il 2022 quindi il Reddito di Cittadinanza cambierà nome e pelle, con il rischio che i pagamenti delle mensilità residue saranno le ultime, in assenza di un meccanismo di rinnovo, che il Centro-Destra di Governo sembra voler escludere a priori.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].
spot_img
spot_img
spot_img