HomeEvidenzaBonus 350 euro Partite Iva e Professionisti, domanda al via: requisiti ”diversi”

Bonus 350 euro Partite Iva e Professionisti, domanda al via: requisiti ”diversi”

Bonus 350 euro per i lavoratori autonomi con partita Iva al via dal 26 settembre 2022. È stato infatti pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 24 settembre 2022, il decreto interministeriale atteso per dare il via alle domande dei primi 200 euro, a cui si aggiungono i successivi 150 previsti dal Decreto Aiuti ter.

L’avvio delle domande dal 26 settembre conferma l’anticipazione di TuttoLavoro24.it dei giorni scorsi (clicca qui).

Ecco i dettagli.

Bonus 350 euro partite Iva, requisiti diversi: ecco quali

Dopo mesi di attesa (precisamente 4) i lavoratori autonomi potranno presentare domanda ognuno al proprio ente previdenziale di riferimento:

  • Agricoltori, artigiani, commercianti, iscritti alla Gestione Separata si rivolgeranno a INPS;
  • Mentre i professionisti invieranno la domanda alla propria cassa di riferimento: avvocati, commercialisti, ingegneri, architetti, ecc.

Per avere il Bonus 200 euro gli autonomi devono avere un reddito non superiore a 35.000 euro con attività avviata, già iscritti all’Inps o alle altre casse previdenziali ed aver effettuato almeno un versamento alla data di entrata in vigore del Decreto Aiuti bis e comunque dopo il 2020.

Al Bonus 200 euro si aggiungono i 150 euro Una Tantum previsti dal Decreto Aiuti ter, anche questo pubblicato in Gazzetta Ufficiale (clicca qui). Come anticipato da Adepp infatti, gli enti previdenziali privati attiveranno la procedura per la presentazione della domande del Bonus 200 euro che sarà integrata con gli ulteriori 150 euro (per approfondire clicca qui).

Occorre fare attenzione però: il bonus 150 euro per espressa volontà del Decreto spetta solo a chi ha un reddito fino a 20.000 euro nel 2021.

Bonus 350 euro Autonomi domanda: come fare e scadenza

La domanda potrà essere fatta attraverso la procedura telematica messa a disposizione di ogni singolo istituto previdenizale. Ad esempio la Cassa Forense degli Avvocati ha già fatto sapere che è possibile presentare le domande a “partire dalle ore 12.00 del 26 settembre 2022, in contemporanea con gli altri Enti di previdenza aderenti all’Adepp”.

La Cassa “degli Avvocati” ha anche confermato che la procedura consentirà di accedere, “con un’unica domanda anche all’ulteriore bonus di 150 euro di cui al DL “Aiuti Ter” per coloro che hanno un reddito complessivo 2021 non superiore a 20.000 euro”.

Tutti gli enti previdenziali compreso Inps lasceranno attiva la procedura per la presentazione delle domande fino al 30 novembre 2022.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -