HomeEvidenzaReddito di Cittadinanza solo se vai a Scuola: la modifica in Parlamento...

Reddito di Cittadinanza solo se vai a Scuola: la modifica in Parlamento [UFFICIALE]

Reddito di Cittadinanza, nel 2023 i percettori lo riceveranno solamente se hanno concluso la scuola dell’obbligo oppure un percorso di studi di durata triennale, oppure se sono iscritti e frequentanti di un percorso di studi.

E’ quanto si apprende dagli atti parlamentari relativi al dibattito sulla Manovra di Bilancio 2023 ed in particolare da un emendamento presentato dalla Camera dei Deputati che vede come primo firmatario Rossano Sasso, Capogruppo Lega.

La questione era stata già affrontata più volte dal Ministro dell’Istruzione e Merito, Giuseppe Valditara, anch’egli leghista, che non più tardi di ieri aveva sintetizzato il messaggio al quotidiano Libero in questo modo “Ben 140mila percettori del sussidio sotto i 30 anni hanno la licenza media, alcuni hanno fatto solo le elementari o niente. Bisogna riportarli in classe”.

Tempi duri per i percettori che, già in difficoltà per la prossima restrizione nel 2023 a 8 mesi del periodo di sussidio, qualora fosse approvato l’emendamento si ritroverebbero a non percepire più il sussidio solo per il fatto di non aver conseguito un titolo di studio a suo tempo oppure di non essere iscritti ora.

Ecco cosa prevede l’emendamento della Lega “benedetto” dal Ministro dell’Istruzione:

RIPRODUZIONE RISERVATA – I siti web che intendono riprodurre, anche parzialmente, i contenuti del presente articolo sono tenuti ai sensi della Legge sul Diritto di Autore, a citare la fonte "TuttoLavoro24.it" e a creare specifico link all'articolo. Abusi saranno segnalati a Google e Meta (Facebook) per l'immediata rimozione..
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -