In questo momento, lo diciamo tutti, la priorità assoluta è la salvaguardia della salute dei lavoratori, dei pensionati e dei cittadini. In coerenza con il sacrosanto mantra “io resto a casa”, noi chiediamo semplicemente che tutti quelli che possono debbano restare a casa. A questo proposito, il decreto di ieri sera rappresenta un passo avanti, ma non basta ancora, perché ci sono altre attività che vanno sospese…>>

Continua a leggere qui

Fonte: uil.it