L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito chiarimenti per la corretta individuazione dell’inquadramento previdenziale delle imprese, con la finalità di unire in maniera organica, per la prima volta, una serie di tematiche decisamente complesse. In particolare, con la circolare n. 1 del 2020, sono state analizzate alcune criticità di classificazione delle attività per i settori industria, artigianato e agricoltura e problematiche sorte con riferimento alle attività plurime. Sono state infine fornite indicazioni per l’individuazione del CCNL applicabile ai fini della determinazione della retribuzione da assoggettare a contribuzione.

Continua a leggere qui

Fonte: ipsoa.it