Assobibe da una parte e, Assalzoo, Assitol, Federvini e Italmopa dall’altra, con Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, in data 15 maggio 2020, hanno sottoscritto due accordi collettivi nazionali che definiscono una prima tranche di aumenti economici e la riapertura delle trattative per il rinnovo del CCNL dell’industria alimentare. Con gli accordi in esame le Parti stabiliscono l’erogazione di una tranche di aumenti retributivi con decorrenza 1° dicembre 2019. Gli arretrati, pari a 6 quote, sono erogati ai lavoratori a partire dalla retribuzione del mese di maggio 2020.

Continua a leggere qui

Fonte: ipsoa.it