Sottoscritto il verbale in merito all’andamento dei parametri che compongono il premio di risultato relativi all’anno 2019.

Fermo restando l’anticipazione già erogata, delle quote mensili del 2019, che sono pari a 1980 euro; il PdR erogherà un conguaglio nel mese di luglio per un massimo di 1.168 euro.

Il PdR Nella sua erogazione totale, mantiene la sua quota sopra 80% dell’eventuale tetto massimo raggiungibile.

Sottoscritto anche l’accordo sul welfare per il 2020 che mantiene la stessa modalità di fruizione e di scelta da parte del lavoratore come l’anno scorso.

Va ricordato inoltre che con l’accordo sottoscritto restano inalterati tutti i vantaggi inerenti alla defiscalizzazione e decontribuzione.

Fim, Fiom, Uilm, Fismic

Roma, 29 maggio 2020

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it