Le 14 settimane di cassa integrazione con causale Covid-19 (9 previste dal DL Cura Italia, 5 dal DL Rilancio) stanno terminando e in buona parte dei casi sono già terminate, con la conseguenza che aziende e lavoratori si trovano senza la copertura dello strumento di integrazione salariale.

Mentre in un primo momento sembrava che la soluzione politica potesse arrivare con una modifica al DL Rilancio nella sua fase di conversione in legge, che anticipasse a data anteriore al 1 settembre le 4 settimane di cassa ulteriori, in ambito governativo sta prendendo quota un’altra soluzione.

Lo anticipa il quotidiano Il Sole 24 Ore in Edicola oggi:

“L’accordo politico c’è – annunciano, in una nota, il Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri e il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo. Stiamo redigendo un decreto legge da portare a un prossimo cdm”.

Dunque il Governo starebbe progettando, con il coinvolgimento degli Uffici tecnici e della Ragioneria Generale, un nuovo decreto legge che tamponi il vuoto lasciato dal DL Rilancio e metta in fila tutte le settimane di trattamento di integrazione salariale.