La polemica sui clamorosi ritardi dei pagamenti della cassa integrazione prosegue. Il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia) rivela i numeri “reali” avuti da una fonte interna all’Inps che hanno aperto un confronto diretto con il presidente INPS Pasquale Tridico.

A dare spazio alle rivelazioni del Senatore è il quotidiano La Verità in Edicola oggi:

“mancano all’appello 335.000 e 528 lavoratori per quanto riguarda la cassa integrazione ordinaria, 615.180 lavoratori per quel che concerne la cassa integrazione in deroga, cioè per quelle categorie che il governo – giustamente – ha deciso di includere nei beneficiari che, a cose normali, non ne possono godere. Mancano infine 271.000 lavoratori che rientrano nella categoria dei fondi di integrazione salariale, appartenenti anch’essi a categorie non normalmente coperte dalle forme tradizionali della cassa integrazione. In tutto 1 milione e 221.708 lavoratori”.