Mancano pochissimi giorni, poi dal primo luglio entrerà in vigore il nuovo regime fiscale che lascerà più soldi in tasca ai lavoratori dipendenti.

I benefici saranno così ripartiti a seconda del reddito.

Fino a 26.600 di reddito annuo il bonus salirà da 80 a 100 euro al mese. Il dipendente con reddito da 26.600 a 28.000 euro — finora escluso dal bonus Renzi — avrà 100 euro al mese (600 da luglio a dicembre).

Sopra la soglia dei 28.000 euro, scatterà una detrazione fiscale in busta paga. Per i redditi da 28 mila a 35 mila euro, il beneficio fiscale andrà da un massimo di 480 euro a un minimo di 80 euro.

Per i redditi da 35 mila ai 40.000 euro, il beneficio fiscale andrà da un massimo di 80 euro a zero, praticamente impercettibile.

Il quotidiano La Repubblica in Edicola oggi si sofferma sulla novità fiscale ricordando come si accederà ai benefici:

“Il dipendente non dovrà fare alcuna richiesta per ottenere la detrazione fiscale. Sarà applicata dal datore di lavoro (per sostituto d’imposta)”.

Dunque nessuna “domanda” o attesa per il lavoratore, sarà sufficiente comunicare al datore di lavoro, qualora non ne fosse già a conoscenza, la classe di reddito in cui ci si colloca.