Con la sentenza 242/2020, il Tribunale di Padova afferma che il detenuto non può essere qualificato come un lavoratore a domicilio.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it