Con l’ordinanza 9306/2020, la Cassazione afferma che, in caso di trasferimento da un ente pubblico ad un altro, al dipendente devono essere riconosciute tutte le voci retributive precedentemente corrispostegli in maniera continuativa.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it