Con la sentenza n. 13411/2020, la Cassazione afferma che la nozione di insubordinazione deve essere interpretata estensivamente, ricomprendendo la violazione di qualsivoglia dovere posto in capo al lavoratore.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it