Al Senato ieri mattina il Decreto agosto ha ricevuto il primo ok, su un testo che è stato in parte modificato. Il Maxi-emendamento presentato dai relatori della maggioranza, dopo il vaglio della Commissione Bilancio, ha ricevuto diverse segnalazioni di modifica, così che il testo approvato in Aula è in parte diverso da quello su cui spingeva il Governo.

Sui diritti in caso di quarantena dei figli under 14 è stata allargata la possibilità di utilizzo dello smart working da parte del lavoratore, sempreché vi sia un provvedimento della ASL a seguito di contagio. Ne dà notizia Il Sole 24 Ore di oggi in edicola a proposito dello “smart working, che può essere attivato dal genitore dipendente privato per tutta (o parte) della quarantena del figlio convivente minore di 14 anni”, in questo caso il contatto che può far accedere allo smart working “oltre a scuola può essere avvenuto in piscine, palestre, centri sportivi”.