Si aggiungo ulteriori dettagli che ricostruiscono la riunione di ieri tra Federmeccanica, Assistal e Fiom, Fim, Uilm, che ha sancito la rottura della trattativa per il rinnovo del ccnl per i lavoratori dell’industria metalmeccanica.

Fanno chiarezza le parole di Rocco Palombella, Segretario Generale della Uilm, sulle colonne de il manifesto oggi in edicola:

«La posizione suicida e irricevibile comunicataci da Federmeccanica e Assistal: rinnovare il contratto prevedendo l’aumento dei minimi salariali legati solo all’inflazione, ovvero 40 euro complessivo nei prossimi tre anni. Inoltre Federmeccanica e Assistal hanno preso una grave posizione: interrompere il negoziato dopo la proclamazione di questo stato di agitazione»,