L’intervento di ieri della Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo durante la trasmissione radiofonica Radio Anch’io, in onda su Radio Rai 1, in cui ha toccato anche il tema della stagnazione salariale (salari che non crescono in misura adeguata al costo della vita) è, secondo il manifesto in edicola oggi, un chiaro messaggio alle parti sociali del settore metalmeccanici a riprendere il negoziato per il rinnovo del ccnl:

”Fim, Fiom e Uilm hanno chiesto alla politica di schierarsi. In mattinata, la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo ha esortato le parti a non fermare le contrattazioni sul rinnovo dei contratti, sottolineando come negli ultimi decenni in Italia si è avuta una «stagnazione salariale» e ribadendo l’intenzione da parte del governo di detassare gli aumenti salariali, storica richiesta di Fiom e Cgil”.

Queste le parole pronunciate in Radio, ieri, dalla Ministra sulla rottura del negoziato per le “tute blu”:

“Il rinnovo come sapete è lasciato alle parti, io credo che sia importante non fermarsi in Italia rispetto al rinnovo dei contratti, rispetto a quello che ha colpito l’Italia negli ultimi decenni che è la stagnazione salariale”. Proprio per questo – ha poi aggiunto – “nella Nadef parlo della qualità del lavoro e di proposte quali la detassazione degli incrementi salariali: per dare una spinta e perché si rinnovino contratti in Italia che non si rinnovano da troppo tempo”.