Introduzione di una nuova causale che evoca l’attuale emergenza sanitaria, fine della Cassa integrazione in deroga e del FIS.

Ad anticiparlo è Il Sole 24 Ore in edicola che dedica un ampio servizio alla bozza di Linee guida sulla riforma degli ammortizzatori sociali che i tecnici hanno messo a punto e consegnato alla Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo:

“cassa integrazione ordinaria che “conquisterebbe” anche una nuova causale «calamità naturali e stati di emergenza dichiarati con Dpcm», passando da due a tre. Stop invece a Cig in deroga e Fis”.

Dunque i lavoratori del commercio, turismo e servizi, qualora dovesse “partire” questa riforma, non conterebbero più su strumenti di integrazione salariale come Cig in deroga e Assegno ordinario o di solidarietà del FIS in caso di sospensione dei rapporti di lavoro, poichè nel «Piano» della Ministra – che da mesi spinge per una riforma complessiva del sistema – ci sarebbe un aggancio al sistema generale della Cassa integrazione.