Con una nota stampa diffusa nella serata di ieri l’Inps ha fatto sapere che il Consiglio di amministrazione “ha approvato la Convenzione con la quale viene affidata all’INPS la gestione del Fondo di garanzia per l’accesso all’anticipo finanziario dei trattamenti TFS/TFR spettanti ai dipendenti pubblici“

L’approvazione della convenzione, passaggio obbligato quanto necessario per assicurare piena agibilità alla garanzia, “permettera ai lavoratori di accedere a finanziamenti, a valere sul futuro TFS/TFR loro spettante, fino a massimo di 45.000 euro attraverso le banche”.

La Convenzione passa ora alla firma del Ministero dell’Economia e Ministero del Lavoro. L’Inps fa sapere che per accelerare i tempi ai Ministeri è stato trasmessa ”anche la bozza di circolare contenente le istruzioni operative per l’accesso alla garanzia, dirette agli Enti erogatori e alle banche”.

I lavoratori interessati potranno a questo punto chiedere al proprio Ente erogatore del TFS/TFR la certificazione del diritto, necessaria per richiedere l’anticipazione ad una delle banche aderenti, presenti sul www.lavoropubblico.gov.it/anticipo-tfs-tfr.