Roma, 26 novembre 2020 – Accordo tra First Cisl, Uilca, Unisin e Banco Desio su esuberi e premio di risultato. Le 125 uscite previste inizialmente al termine della trattativa scendono a 100, tutte volontarie attraverso il Fondo di solidarietà. L’azienda si impegna a stabilizzare i lavoratori con contratto a tempo determinato e ad effettuare, entro la fine del 2023, nuove assunzioni in modo da garantire un rapporto di 1 a 2 tra entrate e uscite. Ai dipendenti che faranno richiesta di aderire al Fondo di solidarietà verrà riconosciuta una cifra pari a quella che la banca avrebbe dovuto versare alla previdenza complementare.
Per quanto riguarda il premio (Vap 2020), l’importo resta quello previsto nel 2020, con un margine di oscillazione legato alla variazione dell’utile operativo, in ogni caso non inferiore al 10% per l’erogazione in forma di welfare aziendale e al 20% per quella in contanti.
L’intesa prevede inoltre dal 1 gennaio 2022 l’aumento da 6 a 6,50 euro del buono pasto, legandolo al raggiungimento dell’80% dei risparmi previsti.
“Si tratta di un accordo sicuramente positivo – commenta il segretario nazionale di First Cisl Mauro Incletolli – che risolve criticità presenti da tempo e testimonia della volontà delle parti di impostare corrette relazioni sindacali”.
“Abbiamo raggiunto un risultato importante sia contenendo il numero degli esuberi che garantendo il premio di risultato – sottolinea il responsabile First Cisl di gruppo Sergio Torchio – Da qui dobbiamo ripartire per arrivare al rinnovo del contratto integrativo aziendale”.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it