Lo spostamento del coprifuoco dalle 22 alle 23 o forse alla mezzanotte, nelle regioni in fascia gialle (quasi tutte) quasi tutte, potrebbe avvenire all’incirca tra “7-10-15 giorni“.

Non da certezze il Sottosegretario al Ministero della Salute Pierpaolo Sileri parlando su Rai1 durante il popolare programma televisivo Domenica In, a proposito di un avvicinamento alla normalità e la revisione dell’orario del ‘tutti a casa’ attualmente fissato per le 22.

“Probabilmente nelle prossime settimane anche il coprifuoco potrebbe essere spostato in avanti: non è una mia decisione, deve esserci una valutazione scientifica. I numeri potrebbero consentirlo tra 7-10-15 giorni, quando è stata varata la norma ci trovavamo nel pieno della terza ondata“, dice Sileri che dalle sue dichiarazioni fa trapelare la necessità di un adattamento del nuovo orario al contesto attuale dei contagi.

Timidi segnali positivi quelli dell’esponente pentastellato che però smentiscono categoricamente le voci circolate nelle scorse ora di uno spostamento in avanti del coprifuoco a partire dal 17 maggio (per approfondire clicca qui).

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.