Entrato in vigore ieri, 26 maggio, il Decreto Sostegni bis porta delle novità anche per il Reddito di emergenza che si aggiunge di ulteriori quattro mensilità (giugno, luglio, agosto e settembre).

Il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale, all’art. 31 di fatto conferma quello entrato in Consiglio dei Ministri il 20 maggio scorso (per approfondire su requisiti e domanda Inps clicca qui).

Sui giornali in edicola oggi a fare una sintesi della nuova misura è Il Sole 24 Ore che mette in luce anche che da una lettura più attenta risulta evidente un’esclusione:

”non è stata confermata invece la versione del Rem, contenuta nell’art. 12, comma 2, del Dl 41/2021, in favore di chi ha terminato di percepire le indennità di disoccupazione Naspi o Dis-coll tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021. Per loro erano state previste tre mensilità (marzo, aprile e maggio) con importo fisso di 400 euro“.

Dunque altri quattro mesi di Reddito di Emergenza che fanno diventare “complessivamente 12 le mensilità di Rem di cui una famiglia potrebbe beneficiare”, scrive il quotidiano economico, se si conteggia il primo intervento e i successivi dal Decreto Rilancio dello scorso anno in poi.

Ma in quest’ultima versione vengono inspiegabilmente tagliati fuori coloro che hanno percepito la Naspi o la Dis-coll. Un cospicuo numero di lavoratori, spesso stagionali che non potendo contare sui Bonus per carenza di requisiti aveva ottenuto l’accesso al Rem per 3 mesi e ora sono stati esclusi dalle 4 mensilità aggiuntive.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.