La notizia che rallegra artigiani e commercianti arriva un un tweet dell’Inps:

#DecretoSostegniBis Differito al #20agosto 2021 il termine di pagamento della rata dei contributi oggetto di tariffazione 2021 per gli iscritti alle gestioni autonome speciali degli #artigiani e degli #esercenti attività commerciali

Slitta al 20 agosto il termine ultimo per il pagamento dei contributi 2021, in scadenza al 17 maggio, per gli iscritti alla gestione artigiani e commercianti e – aspetto ancora più rilevante che viene precisato nella circolare Inps n. 85 – su questi versamenti ”non verranno applicate sanzioni civili o interessi”.

Si tratta di un aspetto già definito dal Decreto Sostegni bis, e anticipato dallo stesso Inps con un comunicato stampa di maggio, ma ora con il pronunciamento dell’Istituto di via Ciro Il Grande non ci sono più dubbi.

La proroga della scadenza dal 17 maggio al 20 agosto riguarda la prima rata dei contributi dovuti sul minimale di reddito. Essa riguarda tutti gli iscritti alle gestioni dei lavoratori autonomi Inps, gli iscritti alla gestione separata, i professionisti delle Casse di previdenza privatizzate, nonché medici infermieri e altri professionisti e operatori del comparto medico in pensione che abbiano accettato incarichi di lavoro autonomo o collaborazione coordinata e continuativa per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Infine va ricordato che deve ancora ‘decollare’ il Bonus contributi 3.000 euro partite Iva, professionisti iscritti alle gestioni Inps e alle casse previdenziali professionali autonome. Si tratta di un parziale esonero contributivo per il quale deve intervenire il Decreto interministeriale Lavoro-Economia, firmato ma non ancora pubblicato, in base al quale le citate categorie di lavoratori autonomi in presenza di determinati requisiti potranno ottenere l’esonero: per approfondire clicca qui.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.